Il Moscato di Trani  è il vino dolce più nobile e più antico di Puglia.

 Cenni storici

Il moscato è uno dei vitigni più conosciuti e più citati nei testi degli antichi: da Plinio a Catone, da Varrone a Columella.
Il nome dell'uva deriva dal latino "apiana" per la predilezione che api e vespe hanno per i suoi acini zuccherini e profumati.

A Trani il moscato assume una importanza commerciale negli anni intorno al Mille per merito dei Veneziani, tanto che hanno dovuto firmare un particolare accordo con la Dogana di "Trane".
Nel secolo XIV il Conte Roberto d'Angiò regolamentò l'esportazione dei vini di pregio dai porti del Regno di Napoli fra i quali appare il Moscato di Trani:."...vino tanto eccellente che è cosa molto delicata da gustare".

Da allora il Moscato di Trani ha continuato ad essere sempre più apprezzato fino a giungere al 1974, quando con l'avvento della Doc, ne è stata disciplinata la produzione, classificato e quindi nobilitato.
Dal 1985 il Consorzio del Moscato di Trani ha valorizzato la produzione del "moscato" creando nuovo interesse attorno a questo vitigno, ricostruendo una nuova convenienza economica in modo da incentivare la realizzazione di nuovi impianti e salvare questo vino che altrimenti sarebbe  sicuramente  scomparso.Caratteristiche organolettiche  Metodologia della degustazione

Il "Moscato di Trani" ha colore giallo con riflessi dorati  Portando il bicchiere all'altezza degli occhi si può osservare che sulle pareti si condensano ampi archetti dovuti all'intenso corredo aromatico.
Infatti il terreno tufaceo, il sole e la vicinanza del mare gli conferiscono un profumo largo, intenso, suadente, particolarmente complesso dove spiccano la confettura di albicocca, marron glacè,  muschio, noce moscata.

Il "Moscato di Trani" ha un gusto estremamente invitante grazie alle seguenti doti: floreale  e  fruttato, tipici dell' uva moscato "reale"; ben strutturato ma vellutato; saporito ed armonioso .

Servizio
Tipico vino da dessert.  
Particolarmente indicato su dolci da forno, secchi, paste di mandorla. Il mandorlaccio.
Regge bene persino sulla musse al cioccolato, sulle tartine con formaggi stagionati, ecc, ecc.

Al fresco ad al buio può conservarsi per 4 anni senza problemi.

La preziosità del Moscato di Trani sta nella sua finezza e gradevolezza, esaltata quando viene servito "fresco", centellinando goccia per goccia, da  sentirlo scendere giù .....dolcemente.

Queste sono le caratteristiche del moscato "Cirifoglio" che noi vi proponiamo e che è disponibile presso il nostro punto vendita!

Inoltre effettuiamo anche Servizio a Domicilio in zona. Per qualsiasi informazione contattateci!

 

 
© 2010 cirifoglio.it
P.Iva 06943050721